L'apoteosi dell'autocelebrazione

L’apoteosi dell’autocelebrazione

  • 20 Febbraio 2020

Credo di averne viste veramente tante. Dialogando con gli artigiani in cantiere ne capitano di cotte e di crude e, quando tiriamo in ballo i professionisti, spesso mi vengono i brividi.

Però…

Ieri, in una conversazione con un amico ingegnere, vengo invitato a vedere un video, dove un noto fuffologo, cioè una persona che parla senza la cognizione di tutto ciò che dice, si mostra per quello che è.

Ve la faccio breve.

Voi non ci fate caso, certi aspetti dell’impiantistica o della termotecnica non li conoscete a fondo ed evitate di passarci le notti insonni che tanto è uguale.

Mi rendo conto che più approfondisco alcuni aspetti, più sarebbe da bruciare il sistema scolastico italiano. Più si va avanti e più si va a fondo purtroppo le cose peggiorano.

Sono perennemente alla ricerca di far capire i concetti più complessi a un bambino di 5 anni, perché il mio lavoro è di far capire a tutti come funziona e per farlo il mio impegno non è poco.

Non posso autocertificare il mio lavoro, gli unici che possono dire se faccio bene o no il mio siete voi. Siete voi la giuria che dice sì o dice no.

Ma vi assicuro di una cosa, la famiglia di Casa No Gas si allarga e in ufficio abbiamo sempre bisogno. Mi auguro di riuscire sempre ad avere uno staff come quello che ho.

In ogni caso, non posso cedere la mia esperienza o il mo sapere perché non si impara a scuola. Si impara in 30 anni di bello e di brutto in cantiere.

Quando voi chiedete informazioni al numero verde o arrivate a prenotare la mia chiamata, parlate con me e quando poi arriva il giorno dell’incontro, vedrete me.

Non cerco cloni, non posso insegnare con 5 video e 2 manuali cosa fare o come fare gli impianti in una casa, perché non c’è solo la fisica o la termotecnica, c’è un lato umano.

E questo mi fa riflettere.

Ho scelto di fare solo una cosa e di farla sempre al meglio delle mie possibilità, dedicandoci tutto il tempo che ho a disposizione, dedicandoci la mia vita.

Faccio solo ed esclusivamente case no gas, senza pellet, senza legna, senza metano. Credo fortemente nelle rinnovabili e nella casa elettrica al 100% e sin da quando ho intrapreso la strada dei social, ho sempre percorso questa direzione.

Quando mi chiedono di analizzare capannoni o aziende, di consigliare una stufa o una caldaia, o mi chiedono una consulenza mettendo sul tavolo i soldi ma chiedendomi di andar fuori dalla mia strada, io dico di no.

Tra il dichiararsi professionale e l’esserlo veramente, gli unici a poter affermare se è vero o meno, siete solo voi.

Leave a Comment:

>