raffrescamento radiante

Chi ben comincia…

  • 18 Dicembre 2019

Per realizzare un sistema radiante, nella pratica si inizia con la posa delle cassette per contenere i collettori, poi giù con fasce perimetrali e materassini isolanti, poi via con collettori e tubo.

Certo, nella pratica arrivano alla fine, ma è sempre bene pensarci subito, soprattutto quando devi fare caldo e freddo coi sistemi radianti.

Quando parli di raffrescare con un sistema radiante, mamma mia quante se ne sentono in giro.

Se stai ristrutturando o costruendo casa da zero, prova a chiedere informazioni sul raffrescamento radiante e troverai i poli opposti.

Chi lo adora e da quando ha iniziato a posarlo non tornerà più ai vecchi sistemi e chi invece lo sconsiglia perché “fa umidità” e crea problemi.

Ecco, io penso sempre che la selezione naturale è in atto e ti spiego il motivo che è molto semplice.

Il professionista che ti sconsiglia il raffrescamento radiante vuol dire che non lo sa realizzare, come quello che ti dice che le pompe di calore non funzionano, sono allo stesso livello.

Per quelli come me, quelli che invece il radiante è una figata, questo è un collettore in tecnopolimero ed è la partenza migliore che tu possa vedere per un sistema radiante.

collettore in tecnopolimero

Leave a Comment:

>