Ciò che conta è che siamo partiti

Pronti a partire!

Se penso che avevo messo il cartellone in questa casa prima del lockdown…

Non siamo rimasti fermi per via dell’ecobonus e dei due decreti mancanti anche se le tempistiche coincidono, ma ogni cantiere ha una vita propria e alcuni vanno un po’ lunghi.

Quello che conta è che siamo partiti, abbiamo dato le prime istruzioni all’idraulico e all’elettricista, ragionando con la parte edile su dove passare con le tubazioni per l’acqua e per l’aria, e quindi riapriamo il cantiere.

Gli ingredienti sembrano i soliti, impianto radiante a pavimento a bassa inerzia per caldo e freddo, ventilazione meccanica con batteria di deumidificazione, elettronica di controllo temperatura e umidità, miscelazione acqua dedicata una per piano, termopompa con accumulo tecnico e sanitario e impianto fotovoltaico.

Sì, gli ingredienti sono comuni, la ricetta un po’ meno.

Ma quella ve la mostrerò strada facendo, magari con le prime foto degli impianti che prendono forma.

riapriamo il cantiere

Lascia un commento

>