Cosa e quanto cambierà

Cosa e quanto cambierà

In passato ho vissuto in prima persona qualche passaggio transitorio, quello dell’inizio della lotta ai refrigeranti nel condizionamento, quello tra la caldaia convenzionale e quella a condensazione, quello attuale della diffusione della pompa di calore al posto della caldaia.

Ne succederanno altri, ne sono successi prima e ovviamente ne succederanno anche dopo, fa parte del gioco.

Oggi però dobbiamo tutti fare i conti con qualcosa in più, che non è l’evoluzione degli impianti e nemmeno il virus pandemico che ci ha colpito in questi mesi.

Dobbiamo fare i conti con una bestia di quelle davvero feroci e a volte senza regole, di quelle che non trovi nei manuali o nei corsi come gestire al meglio.

In questi giorni e soprattutto nel futuro prossimo, avremo a che fare con noi stessi, con le nostre paure più profonde e con la nostra ansia, perché vogliono farci credere che è difficile sopravvivere.

Ma dandogli retta, andando in confusione, alimentiamo inutilmente uno stato di panico, che non fa bene alla nostra salute e ci evita di assaporare il piacere più grande che tutti noi ci stiamo dimenticando.

Quello di vivere.

Perciò, con un pizzico di buon senso, riprendiamoci gli spazi e cerchiamo ci creare un mondo migliore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *