Ecosostenibile

Quando usiamo il termine ecosostenibilità, lo facciamo per un edificio o per un complesso al cui interno è ubicata in maniera più o meno intelligente una fonte rinnovabile di energia.

Ma come sempre succede in Italia e anche nel resto del mondo, il termine è abbastanza inflazionato perché si tende a definire ecosostenibile anche quello che non le è nemmeno col binocolo, tipo legna e pellet.

Ma andando a fondo, l’ecosostenibilità è un incrocio di dati passati e di dati presenti, che iper semplificando sono questi:

  • Quante risorse sono state impiegate per costruire i materiali che compongono l’edificio, quanto di riciclato c’è in quei componenti e quanto utilizzo di fonti rinnovabili.
  • Quante risorse serviranno a quella casa per auto alimentarsi in estate ed in inverno, quanta energia servirà a quella famiglia per vivere all’interno di quell’abitazione e tutti gli utilizzi che ne verranno fatti.

Sarebbe abbastanza facile pensare a un’etichettatura come la classe energetica degli edifici stessi, ma che indichi chiaramente un livello di ecosostenibilità che premi entrambi le scelte.

Credo che ci arriveremo a breve, ma nel frattempo se sei in fase di scelta pensaci e pensa in modo ecosostenibile.

Lascia un commento

>