Frenate gli entusiasmi e siate seri

Siamo al 19 di maggio, sono quasi le 7 di mattina, e come sempre mi trovo a scrivere due righe sul mio mondo, quello degli impianti domestici.

In questi giorni siamo tutti in fibrillazione per il nuovo ecobonus, quello che secondo chi governa l’Italia trainerà l’economia, è stato etichettato “rilancio”.

Se pensi che sia un post polemica, ti sbagli di grosso, questo è un post denuncia. Ma non verso il governo, ma verso gli operatori, quelli che mi piacerebbe chiamare colleghi.

Sono giorni che vedo proclami di come funziona l’ecobonus e per chi è. Tutti asseriscono che si potrà anche cedere il credito anche alle banche.

Certo, tutto bello, forse…

Il decreto ad oggi lo abbiamo letto tutti (e con questo non vuol dire capito), ma abbiamo letto una bozza che deve fare il giro del senato/parlamento per essere “bollinata” e passare sulla gazzetta ufficiale.

E dopo che sarà in gazzetta, il nodo cruciale sarà la gestione di quel credito e il comportamento delle banche, perché con 55 e tutti gli zeri che ci vanno dietro di crediti da acquistare, di sicuro imporranno condizioni e tempistiche che non andranno bene a tutti.

Ma nel frattempo, non perdete tempo a seguire chi vi vuole spiegare l’ecobonus, perché finché non è in gazzetta ufficiale e non ci sono le linee guida da seguire per farci ottenere tutti i benefici proclamati, si perde tempo e si muove aria per niente.

Lascia un commento

>