Il condizionatore d’aria è morto. Viva il condizionatore!

Il primo lo installai alla fine degli anni ’80.

All’epoca alcuni erano prodotti in Italia, dovevamo ancora subire l’ondata orientale e cedere definitivamente a loro lo scettro, c’era ancora la Lira e installare un climatizzatore costava milioni.

I primi erano solo ed esclusivamente in freddo, servivano a raffrescare l’aria d’estate e basta, arrivò più tardi la deumidificazione e poco dopo arrivarono i climatizzatori reversibili, quelli dotati della funzione pompa di calore.

Mamma mia che ricordi, i primi climatizzatori in pompa di calore, ma che ricordi in generale, che come tali è ora di mettere in soffitta al più presto.

Venendo a noi, ai giorni nostri, pensiamo a una nuova abitazione, alla casa dei tuoi sogni, con il clima ideale 365 giorni all’anno e con un impianto intelligente, rigorosamente tutto elettrico.

No, non credo che tu dentro voglia inserire ancora il condizionatore d’aria, anche se a molti tecnici piace perché non devono fare una beata fava se non dire all’idraulico di installarne uno.

Piace anche alla categoria, perché senza tanta fatica lo predisponi e lo monti, poi te ne sbatti altamente e passi al prossimo cantiere, ma qui non è così, oggi non più.

In un’abitazione concepita per ottenere il massimo del comfort, ottimizzando al massimo la spesa energetica e tutti i fattori che la elevano alle vette del benessere, il climatizzatore non trova spazio, mai.

Il lavoro enorme viene fatto dalla deumidificazione, che nei miei progetti preferisco sia centralizzata e integrata nella ventilazione meccanica.

Il lavoro secondario viene fatto dalle batterie aggiuntive per il raffrescamento, che nei miei progetti è sempre integrata nella ventilazione meccanica centralizzata.

Ma quello che mi auguro che sia chiaro e limpido è che se nel 2020 parliamo di comfort ai massimi livelli e ti propongono ancora il climatizzatore, sorridi.

Lascia stare quello che ti raccontano, ognuno ha le sue motivazioni per offrirti la caldaietta e il climatizzatore, hanno quell’abitudine, non la cambieranno mai.

Puoi ottenere molto di più, devi solo fare un percorso diverso e farti aiutare da chi è capace di portarti verso la direzione che desideri.

Lascia un commento

>