Il contatore trifase

Ripetete tutti con me almeno una dozzina di volte: lo sfasamento massimo consentito tra le fasi di un contatore trifase DOMESTICO è di 6 kw.

Vuol dire che se hai un contatore monofase e fai la domanda per il 7 kw in trifase…

Passa l’omino dell’Enel a farti il cambio del contatore per portarti in trifase e ti dice “faccia attenzione che da oggi ha meno energia perché il suo impianto era monofase e quindi adesso ha 7 kW / 3 per ogni fase”. Lo dovete prendere a randellate fino a che non si stancano le mani o la clava è consumata.

Eppure è successo qualche migliaio di volte e si è ripetuto ieri nel pomeriggio, ma visto che l’argomento interessa a molti e lo tratto poche volte, meglio ribadirlo.

Due sono le info importanti e cercate di farne tesoro:

La potenza dell’impianto fotovoltaico non c’entra ‘na mazza con la potenza del contatore in prelievo, puoi avere un FV da 10 kW ed un prelievo da 3.

Se hai il trifase in casa, il limite massimo di sfasamento, ovvero il carico tra una fase e le altre, non deve superare i 6 kW.

Non iniziate con i ma secondo me che vi prendo a randellate, è sabato e vado a fare il quinto collaudo della settimana, ma domani vi porto dentro ad una centrale termica fatta nel bergamasco.

Lascia un commento

>