settaggi dell'impianto

Il primo settaggio

Il primo giorno non si scorda mai.

Ma anche i primi settaggi dell’impianto non sono da meno, con due prove empiriche avevo settato tutte le stanze a 20 gradi, con la VMC attiva al minimo, ma ho scoperto che se tengo quel settaggio mi cucino!

Non è la prima volta che capita, è un feedback che ho ricevuto più di una volta, e il consiglio che ho dato e che continuo a dare e provo anche sulla mia pelle è sempre quello.

20 gradi sul termostato indicano un numero, ma la sensazione di benessere per ognuno di noi è varia e mai uguale, a seconda delle abitudini, del sesso e dell’età. Non ha un numero preciso.

E come si procede allora?

Molto semplice, il numero serve solo a capire se si desidera più o meno caldo, e quindi più o meno fresco in estate, per ottenere quel comfort.

Il numero rimane tale e noi possiamo solo interpretarlo, ma sentendo con il nostro corpo se abbiamo benessere o meno, niente di più.

Non basatevi solo sul numero, potrebbe condizionarvi la scelta. Andate a sensazione, se serve un qualcosina in più si alza, se invece è troppo si abbassa.

E non fate l’errore di credere che sia una banalità, perché quando passate da radiatori a un radiante, il benessere corporeo cambia radicalmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *