Iniziano i lavori che sfruttano l’ecobonus

Quando uscirono le prime indiscrezioni, avrei scommesso che non sarebbe iniziata, ma mi devo ricredere.

Certo, la partenza non è stata delle più facili, perché mancava sempre un pezzettino e se per quello anche adesso manca ancora qualche tassello del puzzle.

Ci siamo andati cauti e continuiamo a farlo, sono i primi percorsi che tutti noi facciamo per accompagnarvi all’obiettivo dell’ecobonus e della cessione del credito, ma finalmente vediamo la luce in fondo al tunnel.

Altra notizia che ci rincuora e che sancisce a tutti gli effetti l’inizio del frangente ecobonus, è l’inizio delle erogazioni di SAL da parte di Banca Intesa e di Unicredit, i primi a scendere in campo per l’acquisto dei crediti maturati e maturandi.

Avanti tutta con i rilievi, le verifiche catastali, i calcoli termotecnici e le asseverazioni, ci aspetta un periodo caldo e intenso e uno alla volta li accontentiamo tutti.

Se volete approcciare adesso che il treno è partito ben venga, ricordatevi sempre che avete un’opportunità d’oro per efficientare la vostra casa, non sprecatela e seguite 3 semplici consigli:

  1. Pensate all’involucro: tetto, finestre e cappotto, in ordine di come sono scritti, dovrebbero essere il primo dei vostri pensieri.
  2. La visione deve essere a lungo periodo, quindi la soluzione è tutto elettrico, la fiamma lasciamola solo per la compagnia o per grigliare.
  3. Eliminare la bolletta del gas è semplice ed eliminare la caldaia anche, purtroppo la stragrande maggioranza ti dice di no e ti propone l’ibrido, ma voi sapete cosa e come potete fare.

Buon ecobonus a tutti.

Lascia un commento

>