Casa senza gas

La situazione è questa

  • 10 Gennaio 2020

Riscaldare una casa senza gas non è facile, ci vuole esperienza, pratica sul campo, conoscenza delle macchine, solide basi di termotecnica e una squadra di collaboratori che ti danno più del massimo quando serve.

  • Non basta conoscere la marca del prodotto.
  • Non basta identificare un produttore affidabile.
  • Non basta saper inserire a occhi chiusi dati su un software.
  • Non basta copiare le strategie di altri e incollarle su impianti che non si conoscono.
  • Non basta saper leggere una scheda tecnica spesso fuorviante e che nasconde i dati più importanti.

Ci vogliono le palle quadrate e ci vogliono persone che ragionano con la propria testa, fuori dagli schemi, che trovano un opportunità nel problema, lasciando le lamentele agli stolti.

Su una nuova costruzione è relativamente più facile, anche se appena si parla di ottimizzare gli impianti mi viene da strapparmi i capelli, un involucro performante perdona molte lacune impiantistiche.

Ma su una casa esistente con termosifoni in ghisa o alluminio, eliminare il gas è un lavoro certosino non adatto a tutti, che continuamente miete vittime che pensano che il fai da te sia la mossa più efficace.

Ma oggi il messaggio che vorrei che fosse chiaro per tutti, è la frase di Einstein che mi trova pienamente in accordo, e stampatevela bene in mente:

“Chi dice che è impossibile non dovrebbe disturbare chi ce la sta facendo.” (Albert Einstein)

Mentre i detrattori si lamentano e non hanno soluzioni, io lo sto facendo assieme a un gruppo di persone in crescita che lo dimostra quotidianamente.

Fatti 1 – Chiacchiere 0

Leave a Comment:

>