La vita da cantiere

La vita da cantiere

  • 6 Marzo 2020

Lui è Michele, un artigiano idraulico che lavora in Val Seriana.

Io non lo conoscevo prima di iniziare il cantiere, me l’ha presentato il committente dopo che avevamo ragionato sugli impianti da realizzare.

Ci siamo visti in cantiere e gli ho raccontato per filo e per segno la tipologia di impianti che avevamo scelto e perché, condividendo tutte le informazioni utili per ottenere il massimo risultato.

Michele si è dimostrato entusiasta del progetto e abbiamo conversato per un bel po’, su tutti i trucchetti possibili e immaginabili per sviluppare al meglio la commessa.

Non lo conoscevo prima, ma mi piacerebbe conoscere più persone come Michele e meno chiacchieroni che invece di chiedere per capire borbottano sotto ai baffi.

Sono sempre stato dell’idea che l’Italia non è stata creata da supereroi, ma da artigiani che si sono rimboccati le maniche e hanno costruito con le proprie mani.

E sono dell’idea che solo chi è curioso di capire sarà sempre al passo coi tempi e non avrà mai crisi di lavoro, mentre chi si adagia sul vecchio modo di fare prima o dopo farà i conti col progresso.

Questa è la vita da cantiere, questa è la vera formazione del consulente energetico e mi auguro di conoscere e di incontrare tanti più Michele possibile.

La vita da cantiere

Leave a Comment:

>