Mentre sistemo 2 cose…

Mentre sistemo 2 cose dal mio ufficio a Vicenza, mi arriva una segnalazione di un presunto esperto in materia al quale la parola termopompe evidentemente fa venire qualche fastidio e non perde l’occasione per dimostrare tutta la sua limitata conoscenza.

La comica è che stavo variando due parametri di un impianto a Reggio Emilia, per tarare al meglio sensori e centrale termica, azione che faccio gratuitamente per i miei clienti.

Ho appena finito di inserire il pilota automatico a un impianto radiante che abbiamo tarato in questi giorni a Padova e uno appena acceso a Milano.

Per non parlare di ieri sera dal divano di casa mia, perché un temporale nel Cadore aveva mandato in protezione la macchina e in 5 minuti ho potuto fare le mie verifiche e ripristinare senza pensieri.

È un’azione che mi piace fare in prima persona, per chi ha necessità di verifiche o per chi è alle prese con fenomeni atmosferici, ma anche per chi ogni tanto mi manda un feedback che poi io traduco in piccoli aggiustamenti.

Per me è comodo e per chi ha sistemi radianti o impianti complessi formati da enne sensori, è davvero uno spasso avere l’assistenza a portata di WhatsApp. Tuttavia, non è alla portata di tutti.

La centrale termica ha i suoi costi e non è paragonabile a sistemi economici definiti commerciali. Chi ha avuto modo di sperimentarlo nel bene o nei momenti di bisogno ne comprende a pieno la differenza.

Io una riflessione la farei, ma capisco che se si è nella posizione di non potersi permettere un prodotto superiore, è meglio denigrarlo per costruire una valida scusa.

Come dico sempre, la scelta è vostra e non siete obbligati a scegliere me o i miei servizi, ma se non li capite o non li apprezzate, ricordatevi che ho un brutto carattere e conosco tutte le falle del sistema.

Vi consiglio di non screditate gratuitamente, perché poi me lo segnalano, mi arrabbio e fate solo delle gran figure di merda.

Lascia un commento

>