elettrica 100%

Offerta lampo 48 x 18

C’erano una volta due caldaie, fatte dallo stesso produttore circa 12 anni fa, da 24 kW ciascuna. Una aveva un accumulo da 60 litri, l’altra no.

Facevano il loro lavoro, riscaldavano una casa con 300 m2 a radiatori in alluminio e circa 80 m2 con riscaldamento a pavimento, fino a quando Fabrizio non mi ha contattato.

Cosa facciamo e cosa non facciamo, ho studiato come renderla elettrica al 100% eliminando le 2 sorelle quasi gemelle, i piani di cottura a gas e inserendo la bambina in fotografia.

Abbiamo anche messo 10 kW di fotovoltaico, che tra la casa e l’auto elettrica in arrivo, faranno il loro lavoro e daranno il loro contributo.

Ma torniamo al primo passo, le due caldaie.

Hanno lasciato il posto ad un’unica pompa di calore da 18 kW che ha il compito di produrre sia la parte di acqua per il riscaldamento, sia la parte di acqua sanitaria.

E tanto per citarne una, ora l’acqua calda sanitaria arriva più velocemente di prima ai rubinetti, per una piccola miglioria che siamo riusciti a fare.

Il sistema è acceso da un pezzetto e con mio piacere la macchina lavora con una mandata costantemente vicina ai 47° e il benessere in casa è percepito da tutta la famiglia.

Io avevo stimato che lavorasse vicina ai 50°, ma non ci arriverà nemmeno se la zona arriva a -10° esterni, con un risparmio notevole.

Tra prima e adesso il costo per il riscaldamento viene ridotto del 40% grazie alla pompa di calore e quella spesa viene abbattuta ulteriormente grazie al fotovoltaico.

E tu stai pensando a quale “ma io…” scrivere o sei pronto al passaggio?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *