Pensieri di viaggio

In tre mesi ho fatto più di 20.000 Km e a conti fatti faccio le mie 40 ore settimanali alla guida, le rimanenti le divido tra una consulenza e la progettazione degli impianti.

Fortunatamente non sono solo, anche perché non riuscirei a gestire la mole impressionante di informazioni che servono per far girare i cantieri.

Però il viaggio è sempre motivo di crescita e di riflessione, di conoscenza e di condivisione. Mi rendo conto che, nonostante le 1000 difficoltà, gli imprevisti, i malintesi e tutte le complicazioni che ci sono nei rapporti umani, è una grande fortuna.

La mia meta è semplice, rendere sempre più confortevoli le nuove costruzioni e le ristrutturazioni, portando un po’ di tecnologia moderna nel bel mezzo del vecchio modo di fare.

Inevitabilmente guardo al futuro e lo vedo elettrico, dal fotovoltaico che alimenta la casa alla pompa di calore che produce l’energia termica per l’inverno e per l’estate, con un occhio sempre attento alla salubrità dell’aria che respiriamo all’interno delle mura domestiche e alla mobilità.

Mi rendo conto che per cambiare ci vuole un pizzico di follia e una dose abbondante di coraggio. Ti posso assicurare che in valigia ho scorte abbondanti per i prossimi anni.

E tu, sei pronto al cambiamento?

Lascia un commento

>