Quanto fotovoltaico con l'ecobonus

Quanto fotovoltaico con l’ecobonus

Solo nella trappola per topi il formaggio è gratis.

E non mi riferisco alla pubblicità fatta nei mesi precedenti sul tema ecobonus, che potrebbe essere un’enorme opportunità non appena ministeri e uffici vari si decideranno a emanare gli ultimi decreti, mi rifaccio proprio al tema del fotovoltaico.

Con il nuovo chiarimento, l’agenzia delle entrate ha di fatto raddoppiato il massimale che noi conoscevamo dei 48.000 € sul fotovoltaico, ma non credo che si fermerà qui.

E ahimè l’italiano medio, vedendo che è gratis, si conferma italiano medio. Ma prima di gridare allo scandalo: SE STAI REALIZZANDO UNA CASA 100% ELETTRICA.

Se pensi che questo messaggio sia rivolto anche a te, apri bene le orecchie e leggi con attenzione, testa di fava.

Nelle consulenze che faccio, l’ultimo dei numeri che estraggo è proprio l’energia elettrica che serve per soddisfare al 100% il fabbisogno della casa.

E nella maggior parte dei casi, quello che manca è lo spazio a disposizione.

E poi c’è l’autoconsumo che, per il fatto che non si accede più allo scambio sul posto, dev’essere aumentato con un sistema di accumulo.

Ok, tutto bello, ma pensate che non arrivi un indicatore o un freno dagli uffici di competenza a limitare le spese?

Pensate davvero che il fotovoltaico sul tetto di casa vostra possa comparire magicamente dalla sera alla mattina, gratuitamente, magari in super abbondanza e con un set di batterie da far invidia a Tesla?

Potrei anche sbagliarmi, questa volta mi sbilancio e lo ammetto, ma pensate a coprire il fabbisogno, magari abbondando di un 10% se potete e inserite almeno una batteria, ma non esagerate.

Se non lo pagate adesso, state tranquilli che il conto vi arriva dopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *