Termosifoni e termopompe non è un gioco

Termosifoni e termopompe: non è un gioco

  • 27 Dicembre 2019

Quando scegli di eliminare i combustibili fossili e la legna per passare a un sistema tutto elettrico, dopo le perplessità iniziali, inizia una ricerca molto pericolosa.

Tendenzialmente sembra sia sufficiente conoscere la marca da scegliere e poi via tutti a cercare il prezzo più basso, perché la strategia è quella di ottenere il massimo possibile con l’investimento minore.

È un abitudine diffusa, non ha nemmeno senso combatterla, non mi interessa. È una strada che viene confusa con il risparmio, ma qui non stiamo comprando un pacco di pasta che puoi confrontare nei volantini dei supermercati.

Quando hai a che fare con una pompa di calore che deve lavorare con i termosifoni di una casa, magari su un impianto di 30 anni fa, se non ci sai fare il conto arriva sempre alla fine.

NON BASTA LA MARCA DI UNO DEI COMPONENTI.

Bisogna rispettare l’equilibrio che va creato in una centrale termica moderna, dove la termopompa e gli accumuli lavorano a pari passo con il sistema di riscaldamento, l’impianto fotovoltaico e gli accumuli.

E per farlo ci vuole una buona dose di elettronica, che come un direttore d’orchestra fa suonare tutti gli strumenti a tempo e dirige il gioco di squadra.

Leave a Comment:

>