sistema tucker

Tutto in pochi centimetri

Altro cantiere che ormai è prossimo allo shock termico che faremo direttamente con la pompa di calore, dove al sistema tucker è stato abbinato un autolivellante.

È il sistema radiante a pavimento più performante in assoluto, tucker o rete sotto, tubo di grosse dimensioni e massetto tradizionale sabbia cemento o autolivellante sopra.

Certo, devi togliere le piastrelle e scavare il sottofondo, tecnicamente in 5 cm ci puoi far stare tutto il sistema e anche il pavimento, ma non ha paragoni.

Ormai i radianti è possibili inserirli in tutti i contesti e quando pensi ad una ristrutturazione importante come quella del cantiere in oggetto, non puoi farne a meno.

Che sia il sistema più performante lo si può intuire, lo si può ragionare coi numeri, lo si può capire anche con un minimo di logica e/o intuito.

Come si può arrivare alla stessa conclusione se la domanda è “posso farlo anche a casa mia se mi hanno detto che ho solo 5/6 cm di spessore da utilizzare?”.

Qualcuno però preferisce la scorciatoia, la pillola magica del momento, e vedo comparire foto di radianti incassati su pavimenti esistenti…

Per l’amor del cielo, ognuno faccia quel che vuole, ma se vi vedo che gli fate anche i complimenti e gli dite bel lavoro, vi inverto il ciclo della pompa di calore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *