Ventilazione meccanica e deumidificazione

Per la ventilazione meccanica e la deumidificazione, fa (quasi) tutto lei.

Gestire in modo intelligente l’umidità, all’interno di un’abitazione, non è poi così difficile.

La percentuale consigliata è tra il 40% ed il 60%, tendenzialmente in inverno si abbassa molto e in estate aumenta vertiginosamente.

Ma concentriamoci sul periodo estivo: che cosa dobbiamo fare per deumidificare e raffrescare una casa con un sistema radiante?

Dobbiamo ascoltare il vecchio modo di fare che lo demonizza e quindi installare un paio di split ad espansione diretta?

Beh, direi proprio di no.

Per sfruttare al massimo l’impianto in pompa di calore meglio il radiante e la deumidificazione, e il ciclo isotermico è quello che fa per voi.

La pompa di calore porta l’acqua a temperature relativamente alte, tra i 12° ed i 15° per la batteria aggiuntiva di raffrescamento, e serve il pavimento tra i 18° ed i 22°.

Segnateveli questi numeri, ma non pensate di alimentare in diretta i circuiti, servono pompe di rilancio con miscelazione integrata per il pavimento e dirette per la VMC.

Ecco, per la scelta della pompa di calore, del sistema radiante, della deumidificazione e così via forse un aiutino te lo posso dare io.

Per la gestione di temperature, umidità, miscelazione, apertura e chiusura circuiti invece ci può pensare lei, dopo che l’hai programmata.

Ventilazione meccanica e deumidificazione

Lascia un commento

>